• incidenti stradali

Consigli su cosa fare in caso di incidente stradale

Innanzi tutto fotografa la scena del sinistro

Alcune foto fatte sùbito, anche con un cellulare, ti metteranno al sicuro da possibili false testimonianze messe in campo dalla controparte e ci daranno la possibilità di poter trattare meglio il tuo sinistro.

 

Firma il modulo blu, ma solo quando ragione (o torto) sono evidenti

Negli altri casi è meglio non firmare (possiamo darti consigli su come compilarlo bene)

 

Se intervengono i Vigili Urbani, i Carabinieri o la Polizia e viene stilato un verbale, ricorda che puoi aggiungerci le tue osservazioni. Questo renderà più credibile la tua versione dei fatti quando tratteremo il tuo sinistro.

 

Contattaci telefonicamente sùbito

Ancora meglio se lo fai prima di andare al Pronto Soccorso.

 

Non avere fretta di chiamare la tua agenzia

Te lo ha mai detto qualcuno che hai 2 anni di tempo per denunciare un sinistro RC auto ?

 

Il tempo che pensi di perdere al Pronto Soccorso è, purtroppo, necessario per acquisire la possibilità di essere risarcito come meriti, tenendo soprattutto conto che il danno auto non è mai pagato in maniera equa e, moltissime volte, con la scusa che la liquidazione non può superare il valore commerciale dell'autovettura, ti verrà data una cifra che non ti consentirà più di rientrare in possesso dell'auto che avevi prima di essere investito. La cifra liquidata diventa poi un'elemosina se il sinistro viene liquidato in concorso di colpa. La liquidazione del danno fisico patito può servirti per colmare, in parte, queste lacune lasciate dal danno materiale e di rientrare delle spese sostenute per le cure e le terapie cui hai dovuto sottoporti per lenire le conseguenze dell'impatto subito al momento dell'incidente.

 

Non avere scrupolo alcuno a farti pagare il danno fisico, sono soldi tuoi, che la compagnia mette automaticamente da parte al momento della denuncia di sinistro. E' come se li mettesse in un salvadanaio con sù scritto il tuo nome. Se non fai nulla per ottenerli, oltre a privarti di qualcosa che ti tocca, fai 2 favori alla compagnia assicurativa. Prima di tutto li risparmierà e aumenterà i suoi profitti che, in Italia, hanno ormai raggiunto livelli indecenti, poi, la medesima li metterà in uscita nei suoi bilanci, esattamente come se li avesse veramente pagati. Il suo bilancio risulterà con perdite che nella realtà non esistono e avrà, così, modo di andare a fare il suo periodico pianto greco dal Governo ripetendo la solita solfa che i sinistri sono tanti e costano troppo. Il tutto sulla tua pelle e sulla pelle di tutte le vittime della strada, i cui diritti sono quotidianamente calpestati per favorire banche e assicurazioni.

Se ti sei ferito mentre eri trasportato sul bus

incidente
pronto soccorso

Ti ricordiamo un paio di cose da fare (sempre che le tue condizioni fisiche nei momenti successivi all'incidente te lo permettano) :

 

1) Prendi da parte l'autista del bus e dagli il tuo nome e cognome, in modo che lui possa metterli nella lista dei feriti causati dall'incidente. Fai in modo che ci sia un testimone presente al fatto.

 

2) Conserva il biglietto del viaggio. Ultimamente viene richiesto dalla compagnia assicurativa che deve pagare il danno e, anche se non è indispensabile, aiuta a certificare che tu eri su quel dato bus.

 

3) Fai in modo di trovare un testimone presente al fatto, meglio se è la stessa persona che era presente quando hai dato i tuoi dati al conducente.

 

Queste cose sono molto importanti perchè, ultimamente, abbiamo notato che, nonostante i nostri clienti asseriscano di aver dato il proprio nome all'autista, quando noi presentiamo la richiesta danni all'azienda, il nome non risulta nella lista dei feriti. In più, l'autista ha sempre dei testimoni che dicono che il nostro non si è fatto male. Non sappiamo se tale linea sia da addebitare ad una precisa direttiva delle aziende di trasporto o se sia attribuibile ai singoli conducenti che, non essendo ormai da tempo dipendenti fidelizzati dell'azienda ma appartenenti a ditte esterne che prendono l'appalto e devono mantenerlo in cambio di pochi sinistri, cercano di far risultare il minor danno possibile. Il risultato è che, sempre più spesso, è molto importante, quasi indispensabile, avere un testimone per poter far valere le proprie ragioni senza dover ricorrere ad una causa.

 

 

 

INFORTUNISTICA DEL RENO | 2/B, Via Turati Filippo - 40012 Calderara Di Reno (BO) - Italia | P.I. 02220681205 | Tel. +39 051 4844885 | infortunisticadelreno@gmail.com | Informazioni legali | Privacy | Cookie Policy | Sitemap
Powered by  Pagine Gialle  -  SmartSite Easy